Ict: manca 1 mln professionisti sicurezza, e' allarme protezione reti

Roma, 23 gen. (Adnkronos/Labitalia) - La carenza, a livello mondiale, di quasi un milione di professionisti qualificati della sicurezza sta influenzando la capacità delle organizzazioni di monitorare e proteggere le reti, mentre le vulnerabilità e le minacce globali hanno raggiunto i livelli più alti dal 2000. E' quanto emerge dal Cisco annual security report 2014, che rivela che le minacce progettate per sfruttare la fiducia degli utenti nei sistemi, applicazioni e social network hanno raggiunto livelli sorprendenti. I risultati dello studio delineano un quadro realistico della rapida evoluzione delle sfide alla sicurezza che aziende, dipartimenti It e individui si trovano oggi ad affrontare. I principali metodi di attacco includono il furto di password e di credenziali con tecniche di social engineering, infiltrazioni nascoste in bella vista, e lo sfruttamento della fiducia riposta nelle transazioni economiche, nei servizi pubblici e nelle interazioni social. L'indagine mostra un aumento della sofisticazione e della proliferazione delle minacce in generale. Gli attacchi più semplici che causavano danni che potevano essere facilmente contenuti hanno ceduto il passo ad attività organizzate di crimine informatico che si presentano sofisticate, ben finanziate, e capaci di significativi danni economici e di reputazione per vittime del settore pubblico e privato. Aumento della complessità delle minacce e delle soluzioni a causa della rapida crescita dell'adozione di dispositivi mobili intelligenti e del cloud computing che offrono una più che mai estesa superficie di attacco. Nuove classi di dispositivi e nuove architetture infrastrutturali danno a chi sferra gli attacchi la possibilità di sfruttare punti di debolezza imprevisti e asset non adeguatamente protetti.

Loading...

Friend's Activity