Marcegaglia: Squinzi, Steno indimenticabile esempio per chi ama e fa impresa

Roma, 10 set. - (Adnkronos) - ''Con l'improvvisa scomparsa di Steno Marcegaglia mi lascia un amico e l'industria italiana perde uno dei grandi imprenditori che hanno fatto la storia di questo Paese: un uomo che, con in tasca solo un diploma di geometra, ha saputo trasformare, con tenacia, coraggio e lungimiranza, un piccolo laboratorio di 120mq, in un gruppo industriale e finanziario di fama internazionale, portando Gazoldo degli Ippoliti, piccolo paesino del mantovano, a diventare la capitale mondiale, riconosciuta, della lavorazione dell'acciaio''. Ad affermarlo in una nota e' Giorgio Squinzi, il presidente di Confindustria, in merito alla scomparsa di Steno Marcegaglia, il fondatore del gruppo omonimo e padre dell'ex presidente degli Industriali.

''Era persona schietta, dai modi garbati -sottolinea Squinzi- un uomo che amava definirsi 'imprenditore povero di un'azienda ricca', perche', spiegava, 'non e' l'imprenditore che deve arricchirsi, ma l'impresa: solo cosi' potra' crescere anche il benessere di quanti vi lavorano e del territorio nel quale si opera'. Imprenditore di razza, sempre presente in azienda, era il primo a entrare e l'ultimo a uscire -ricorda ancora Squinzi-, non era mai stanco di lavorare, di pensare a cosa fare nel domani. Ed era sempre prodigo di insegnamenti e di umanita' nei confronti di tutti i suoi collaboratori e dipendenti, perche', era un altro dei suoi credo, "il successo di un'impresa rappresenta sempre il successo di chi ci lavora''.

''Manchera' moltissimo non solo a Gazoldo, alla sua famiglia, ad Antonio ed Emma, ma a tutti noi -conclude Squinzi- La sua e' la storia e la vita di un grande capitano di industria, un indimenticabile esempio per chi ama e fa impresa''.

Loading...

Friend's Activity