Aeroporti: Marini(Umbria) a comitato Regioni Ue, i piccoli 'strategici'

(ASCA) - Bruxelles, 26 set - In Europa oltre il 40% degli aeroporti ha dimensioni, in termini di traffico medio annuale, inferiore a 200 mila passeggeri, ma la loro funzione e' comunque strategica. Tali aeroporti, collegano regioni spesso geograficamente svantaggiate, mal collegate, vuoi per ragioni morfologiche, ma anche storiche. Sono aeroporti che sopportano elevati ed inevitabili costi fissi che non e' possibile ridurre avendo un bacino di utenza estremamente ridotto. Strutture che non potrebbero sopravvivere senza il sostegno pubblico. Questo il contenuto del parere approvato oggi dalla Commissione coesione territoriale del Comitato delle Regioni d'Europa, di cui e' stata relatrice la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. Il parere sara' sottoposto alla prossima riunione plenaria del Comitato delle Regioni d'Europa e quindi trasmesso alla Commissione Europea. Nel parere la presidente Marini ricorda che gli interventi pubblici a sostegno della costruzione e dell'ampliamento di infrastrutture rappresentano in larga parte autentiche misure generali di politica economica che non configurano aiuti di Stato. Molti, troppi territori dell'Unione sono scarsamente accessibili, troppe Regioni sono mal collegate, la mobilita' dei cittadini dell'Unione - e' stato ricordato - e' fortemente compromessa, e quindi il mercato unico e' frammentato. Gli obiettivi Europa 2020 richiedono infrastrutture aggiornate, intermodali, e lo Stato e le Regioni hanno un preciso ruolo e una precisa responsabilita' pubblica in tal senso. In riferimento ai piccoli aeroporti, il parere sostiene che in taluni casi questi svolgono autentici servizi di interesse economico generale, altri no, ma non per questo sono meno importanti, perche' comunque garantiscono un collegamento migliore e alternativo ai cittadini migliorandone la mobilita' ''crediamo fermamente - ha affermato la presidente Marini - che il sostegno pubblico di questi aeroporti non configuri aiuto di Stato, perche' incapace di alterare i flussi commerciali e le condizioni di concorrenza tra Stati membri e nemmeno tra Regioni''. Si tratta di un tema di particolare attualita' in Italia, dove la Conferenza delle Regioni sta esaminando, in rapporto con il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, il nuovo Piano Aeroporti, con la criticita' dei piccoli aeroporti esclusi dall'atto di indirizzo delfirmato dal ministro Passera.

Loading...

Friend's Activity